Le vendite dirette crescono e occupano oltre 200mila persone in Italia tra le imprese associate Avedisco. L’associazione di categoria, ha pubblicato i dati confrontandoli con quelli 2015.

Il venditore porta a porta vecchio stile è l’incubo di ogni consumatore, ma è anche il retaggio di un passato ormai non più esistente. Nel 2016 il settore ha segnato un altro anno di decisa crescita con un incremento del 26% nel numero degli incaricati e del 14% nel fatturato delle imprese associate Avedisco.

I risultati sono molto incoraggianti, infatti abbiamo un incremento del fatturato in tutti settori merceologici.

In particolare i settori a maggior crescita sono stati l’alimentare/nutrizione +17% ed i servizi +16%.

Il sociologo Domenico De Masi in un evento organizzato da Avedisco ha dichiarato:

“All’interno di uno scenario economico alquanto incerto per il nostro Paese,  la Vendita Diretta si afferma come un vero e proprio modello di autorealizzazione contemporaneo: chi inizia questa professione a volte è inconsapevole di avere le capacità e le potenzialità per intraprendere una carriera di successo. La Vendita Diretta invece è capace di generare veri e propri imprenditori all’interno di un settore anticiclico e anticipatore dell’evoluzione del mondo del lavoro e della società –  afferma Giovanni Paolino, Presidente di AVEDISCO, Associazione Vendite Dirette Servizio Consumatori –. Questo settore è infatti in linea con i cambiamenti professionali che si svilupperanno nei prossimi anni, dal telelavoro, al lavoro per obiettivo, non dimenticando il valoredella meritocrazia. Una concreta opportunità di realizzazione professionale per diversi  profili di persone. La parola d’ordine è professionalità, per questo AVEDISCO si fa promotore di iniziative di formazione come la Due Giorni in Cantiere che ci permette di delineare il futuro del settore per essere sempre al passo con i tempi”.

statnumeri

 

torta2016

 


torta2015

About DSCC